tipo-5

Tipo Cinque
L'Osservatore
La personalità Deduttiva, Analista, Cerebrale, Percettiva, Riservata e Isolata

personalita-tipo-cinque

I Tipi Cinque credono che per sopravvivere ci si debba proteggere da un mondo che chiede troppo e dà troppo poco. Di conseguenza i Cinque cercano l’auto-sufficienza e chiedono poco, sono analitici, pensierosi e riservati ma possono anche essere parchi nel dare, distaccati emotivamente ed eccessivamente preoccupati per la loro privacy.
Dova va l'attenzione
L’attenzione dei Cinque va all’esterno, all’osservazione e scansione del mondo, al pensare e al compartimentare, al distacco allo scopo di ridurre le emozioni, all’essere indipendenti e al non essere invasi nel proprio spazio.
Immagine del sé
Io sono (personalità)
  • Informato
  • Curioso
  • Saggio
  • Intelligente
  • Riservato
  • Frugale / Di poche pretese
Io non sono (ombra)
  • Ignorante
  • Disattento
  • Idiota
  • Stupido
  • Pettegolo
  • Estravagante
Punti di forza
Le forze del Tipo Cinque sono l’essere studiosi, ricercatori, dotti, distaccati e scevri di emozioni, calmi nelle crisi, rispettosi, riservati nelle confidenze, apprezzano la frugalità e la semplicità, affidabili ed ascetici.
Aree di sviluppo
Le aree dove i Cinque devono portare consapevolezza allo scopo di migliorare se stessi sono: il distacco fisico ed emotivo usato come strategia difensiva, l’eccesso intellettivo, l’isolamento, il dare troppo peso al pensiero, l’essere freddi e trattenuti.
Cosa dicono i Cinque di sé stessi
“Ho un forte bisogno di privacy”.
“Accumulo tempo, conoscenza, spazio, energie e me stesso”.
“Mi distacco dalle mie emozioni e preferisco osservare le persone e le situazioni piuttosto che divenirne parte”.
“Il mondo è così pieno di richieste che io limito l’intrusione di situazioni e persone”.
“Non amo gli eccessi, preferisco le cose minimali”.
Meccanismo di difesa della personalità
Distacco – Può essere un distacco fisico dalle altre persone ma anche un “ritiro” nella propria mente per distaccarsi dalle proprie emozioni.
I Cinque usano il Distacco per evitare di sentire il vuoto interiore e per mantenere la propria immagine del sé di essere dotto e ben informato. La raccolta di informazioni diventa un modo di creare sicurezza e valore personale, inoltre, l’eccessiva enfasi data all’intelletto previene i Cinque dall’entrare in contatto con la forza vitale del proprio corpo ed il supporto proveniente dalle relazioni con gli altri.
A seguito della loro focalizzazione sull’acquisire sempre maggiore conoscenza, i Cinque sono spesso studiosi o tecnici esperti dotati di acuta perspicacia e abilità analitiche. Necessitano di spazi propri e privacy perché spesso avvertono il mondo e le persone come elementi intrusivi. Il distacco dagli altri e dalle proprie pulsioni emotive, crea nei Cinque un senso di libertà personale ma può anche portare alla solitudine. I Cinque per crescere devono apprendere a bilanciare la loro tendenza al ritirarsi o trattenersi, andando verso gli altri anche se questo può significare uscire dalla propria area di confort ed entrare in conflitto.
Le Frecce del Tipo Cinque
freccia-5-7I Cinque che sono connessi alla Freccia in Sette (Freccia a favore) possono essere più spontanei, scherzosi ed ironici e più a proprio agio con lo stare in posizioni dove sono esposti ad una maggiore visibilità (sono come attori che recitano una parte specifica), ed essere anche più coinvolti nelle interazioni sociali.
freccia-5-8I Cinque che si connettono con la Freccia (contraria) in Otto mostrano un carattere più profondo e di maggior potere personale. Sono meno esitanti ed in grado di assumersi rischi entrando in azione in maniera più rapida.
Tipi Cinque famosi
Albert Einstein, Agatha Christie, Stephen Hawking, Rita Levi Montalcini, Alfred Hitchcock, Mario Monti, Mark Zuckerberg, Jodie Foster, Warren Buffet, Steven King, Ralph Fiennes, Bobby Fischer, Greta Garbo, Bill Gates, Paul Gauguin, J. Paul Getty, Hermann Hesse, Anthony Hopkins, Unabomber Ted Kaczynski, Franz Kafka, Jacqueline Kennedy Onassis, Stanley Kubrick, Terrence Malick, Cartesio, Tim Burton, David Byrne, Albert Camus, Michael Crichton, Marie Curie.